Sport

Zamparini prosegue la trattativa con Cascio: “Vinceremo ampiamente il campionato”

Zampa1

Continuano le trattative tra Maurizio Zamparini e Frank Cascio per la cessione del Palermo. A dirlo è il patron rosanero, in Austria per il ritiro della squadra. “Sto aspettando Cascio e i suoi avvocati per trovare il team giusto. Cascio voleva venire a fine luglio – ha spiegato Zamparini – io gli ho detto di venire prima per sedersi ad un tavolo e capire le esigenze del Palermo. Gli ho detto che se resto da solo in B c’è la necessità di fare cassa, lui mi ha detto di non dare via nessuno perché arriveranno loro. Lo spero, per ora non si muove nessun giocatore perché il telaio è buono”.

Zamparini ha parlato anche di Paul Baccaglini, svelando altri particolari dell’affare poi naufragato. “Con Baccaglini – ha detto – non è mai stata trattata l’intera cessione del club, io sarei rimasto al 30%. Spero di vendere l’intero pacchetto a Cascio, ma con il mio aiuto per 2-3 mesi. La mia competenza di calcio servirà in una fase di transizione, un po’ come è stato sostituito Galliani al Milan”. “Stiamo trattando Lobotka – ha detto – non è facile perché c’è una squadra spagnola. Pagare 3,5 mln in serie B è una follia, ma il giocatore Tedino mi dice che è valido. Se arrivano Gnahoré e Lobotka il centrocampo è da nazionale. Lo Faso andava via solo in caso di arrivo di Marcel, ma sul giocatore francese ci sono squadre importanti come il Tottenham. Vorrei che la stampa e la città segua lo sforzo che stiamo facendo”.

Sarà un Palermo che “vincerà il campionato con dieci punti di vantaggio sulle avversarie”, ha detto poi Zamparini. “Ho parlato con allenatore e direttore sportivo, l’intento principale è fare gruppo. Sono convinto di avere un’ottima squadra, vi invito a vedere le altre squadre di B. Abbiamo tanti nazionali: in difesa Struna, Goldaniga che andrà in nazionale, Rajkovic e ne cerchiamo un altro. A centrocampo aspettiamo Gnahoré, in attacco abbiamo Trajkovski, Balogh e Nestorovski impegnati in nazionale. Voglio vedere quali altre squadre in Serie B hanno così tanti nazionali, tant’è vero che per noi sarà un problema quando ci saranno gli impegni delle squadre nazionali. Sapete che ho rifiutato 4 milioni per Balogh, 7 per Aleesami e 15 per Nestorovski. Non andranno via, lo faccio per il rispetto che ho nei confronti di questa squadra e della società. Spero tra 7-8 giorni di non essere più il presidente di questa squadra e trovare chi mi sostituisca”.

In alto