Eventi

Venerdì 9 all’oratorio del SS. Salvatore Christoph Hartmann e GliArchiEnsemble

archiensemble foto

 

Ospite dell’Associazione Sollima, Christoph Hartmann – il celebre oboista dei Berliner Philharmoniker, considerato uno dei massimi virtuosi contemporanei di oboe – torna a suonare a Palermo, città a cui è legato dall’amore per Antonio Pasculli, il “Paganini dell’oboe” palermitano vissuto nell’800, del quale Hartmann ha anche riscoperto pagine rare e inedite facendo conoscere questo musicista in tutto il mondo.

A fianco di questo eccezionale solista ci saranno GliArchiEnsemble, gruppo orchestrale da camera fondato a Palermo dalle prime parti dell’Orchestra del Teatro Massimo e dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, ensemble di consolidata esperienza a livello internazionale. Vario ed interessante il programma, che spazia dal barocco ad oggi; oltre a pagine di Albinoni, Bellini, Mendelssohn, Grieg e naturalmente Pasculli, verranno proposte anche due composizioni contemporanee: il Concertino per oboe e archi del brasiliano Fernando Deddos (in prima esecuzione a Palermo) e “Ansia di luce” di Eliodoro Sollima, manoscritto inedito per oboe, che Giovanni Sollima ha ricostruito e orchestrato e che, proprio in questa occasione, verrà presentato in prima esecuzione assoluta.

Il concerto riserva anche una piacevolissima sorpresa: nel Concerto per 2 oboi e archi di Albinoni, il secondo oboe solista sarà il giovanissimo figlio di Christoph Hartmann, Franz, che ha appena 12 anni ma mostra già di seguire degnamente le orme paterne e recentemente si è aggiudicato il 1° premio al concorso “Jugend Musiziert” indetto dalla Fondazione Carl Bechstein di Berlino.

In alto