Sport

Udinese Palermo 4-1: rosanero imbarazzanti, la salvezza rimane un miraggio

napoli palermo00000000

Nella 29esima giornata di serie A il Palermo non sfrutta l’ennesima occasione di avvicinare l’Empoli, anzi crolla alla Dacia Arena contro l’Udinese che demolisce le speranze salvezza dei siciliani con un 4-1 senza storia. Tra i rosanero due novità nell’11 titolare, Lopez sceglie Posavec tra i pali e rilancia Diamanti dal primo minuto alle spalle di Nestorovski e Sallai. L’Udinese di Delneri si schiera con il classico 4-3-1-2, Scuffet sostituisce Karnezis infortunato e in avanti confermato il tandem Zapata-Thereau.

Primo tempo intenso con le due squadre che giocano a viso aperto. Il Palermo parte bene andando vicino al vantaggio dopo appena 2 minuti con Diamanti che serve Nestorovski, il macedone da buona posizione prova una conclusione al volo trovando la deviazione decisiva di Samir. I bianconeri non stanno a guardare e rispondono subito dopo con Samir che ci prova da fuori trovando l’ottima risposta di Posavec. Dal corner svetta Thereau ma il portiere croato è attento. Al 12′ è il Palermo a sbloccare il risultato con Sallai che dopo un ottimo spunto in mezzo a due difensori batte Scuffet con un destro di punta in scivolata. Il Palermo prova ad amministrare il vantaggio ma arretra troppo lasciando campo ai padroni di casa che sfiorano il pareggio con Zapata che sugli sviluppi di una punizione non riesce a battere Posavec da pochi passi. Al 28′ gran conclusione di Morganella dalla distanza che mette i brividi a Scuffet. Quando il primo tempo sembra destinato a concludersi con il vantaggio dei rosanero ecco che Thereau al 42′ trova un destro imprendibile dalla distanza che rimette il match sull’1-1.

Nella ripresa l’Udinese parte forte chiudendo i rosa nella loro metà campo. Al 57′ è Badu a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa che esce di poco. Passano pochi minuti e al 60 l’Udinese ribalta il risultato con Zapata che a seguito di un calcio d’angolo si fionda sul pallone e da due passi realizza il 2-1. Difesa rosanero poco attenta in quest’ultima situazione. Lopez prova a correre ai ripari con un doppio cambio, fuori Alesaami e Cionek dentro Pezzella e Balogh. La mossa del tecnico non da gli effetti sperati e al 68′ l’Udinese cala il tris con De Paul che approfitta di una grande azione di Zapata e batte Posavec dopo una serie di batti e ribatti. Palermo annichilito e Udinese avanti 3-1. Subito dopo ci prova Diamanti a riaprire il match su punizione ma Scuffet alza sopra la traversa. Al 74′ rosso diretto per Diamanti che interviene con il gomito alto su De Paul e lascia la squadra in 10. Udinese non si ferma e all’80’ dilaga trovando il gol del 4-1 con Jankto, Posavec respinge il colpo di testa di Herteaux ma non può nulla sul sinistro da pochi passi del centrocampista. Per il Palermo una sconfitta pesantissima, i rosa rimangono a -7 dall’Empoli e la salvezza resta lontanissima.

 

In alto