Cronaca

Sigilli a tre attività commerciali e sanzioni per 15mila euro

polizia-municipale

Sigilli a tre attività abusive, due persone denunciate per occupazione abusiva di suolo pubblico e sanzioni per un importo totale di 15.000 euro: questo il bilancio degli interventi eseguiti dagli agenti del  Caep – il nucleo di controllo attività produttive – della Polizia Municipale.

La mancanza delle previste autorizzazioni, ha determinato la chiusura di due negozi di ortofrutta, rispettivamente ubicati in via Bergamo ed in via Aurispa ed un negozio di articoli casalinghi, con sede di fronte quest’ultimo.

In via Bergamo, oltre alle sanzioni per un importo totale di 6.000 euro, la chiusura è scattata per un negozio di fruttivendolo, definito dalla normativa vigente come esercizio di vicinato del settore alimentare, per l’assenza di SCIA, (la segnalazione certificata di inizio attività da presentare allo sportello attività produttive) e della documentazione sanitaria, necessaria per la
manipolazione di prodotti destinati alla alimentazione umana.

Identico provvedimento, è stato effettuato in via Aurispa, ancora nei  confronti di un fruttivendolo che, oltre al provvedimento di chiusura dell’esercizio per mancanza di autorizzazioni ed alle sanzioni di 6.000 euro, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per  occupazione abusiva di suolo pubblico.

Nella stessa via, dai controlli di un’attività di vendita di articoli casalinghi che esponeva la merce sul marciapiedi, è emerso la mancanza della segnalazione certificata di inizio attività: inevitabile per il titolare l’apposizione dei sigilli all’esercizio, una sanzione di 3.000 euro e la denuncia all’autorità giudiziaria per occupazione abusiva di suolo pubblico.

In alto