Eventi

Settimana delle culture, il programma di giovedì 18 maggio

rosalia billeci (1)

Prosegue con tantissimi eventi la sesta edizione della Settimana delle Culture, promossa dall’omonima associazione, presieduta da Gabriella Renier Filippone, in collaborazione con il Comune, l’assessorato regionale ai Beni culturali, l’ex Provincia di Palermo e l’Università.

Ecco il programma di giovedì 18 maggio.

L’ingresso agli eventi se non diversamente indicato è gratuito.

Dalle 10 alle 17.30 presso la Gypsoteca di Palazzo Ziino (via Dante n.253), l’artista Gabriella Pellitteri effettuerà l’esplorazione tattile delle sculture custodite nella Gipsoteca. Lo scopo è di avvicinare all’esplorazione aptica non soltanto i disabili sensoriali, ma anche le persone normodotate. Non si vogliono creare barriere ma si vuole semplicemente dimostrare come le la percezione multisensoriale appartenga all’uomo indipendentemente da quale sia il suo senso predominante.

Dalle 10 alle 12 nella Bottega 3 dei Cantieri culturali alla Zisa “I graffiti e le pitture rupestri. Le prime tracce artistiche dell’uomo“, laboratorio didattico con tematica archeologica. A cura di Cecilia Guastella, Claudia Di Fede, Alessandra Cusumano, Maria Sergi.

Dalle 10 alle 13, “Sotto le bombe”, visite guidate nel Rifugio antiaereo di piazza Pretoria a cura dell’Associazione “Ro’n Ro Cult” in collaborazione con l’Associazione Culturale Omnia Cultura. Per prenotazioni: ronro.cult@gmail.com – 3294656643 – 3204159065. Contributo di 3 euro.

Dalle 10,30 alle 13 presso l’Associazione Elementi, per la serie Elementi creativi per il benessere: il fuoco nella nostra vita, è in programma il workshop “Come organizzare un evento culturale di successo” condotto da Amelia Bucalo Triglia. Organizzato dall’Associazione Elementi. Per info e prenotazioni: 3296509941

Dalle 16 alle 20 a Palazzo Zingone-Trabia, Show cooking e cookingclass di cucina tradizionale giapponese, è in programma il seminario “Tradurre i manga”: attività per adulti e bambini, organizzata dall’Accademia del David. La visita è a ingresso gratuito, le attività saranno accessibili con quota promozionale per chi si associa, con contributo di 5 euro.

Alle 16.30 a Palazzo Chiaramonte Steri, Cappella di Sant’Antonio Abate, inaugurazione di “Anne Frank una storia attuale“, mostra documentaria realizzata dalla Anne Frank House di Amsterdam. A cura dell’Istituto Siciliano di Studi Ebraici.

Alle 17.30, a Palazzo Branciforte, presentazione del libro di Salvatore La Monica “I Branciforti. Plurisecolare egemonia politica feudale del casato in Sicilia tra ‘300 e ‘800”. Interviene Gioacchino Lanza Tomasi.

Alle 17.30 da Magneti Cowork, Spazio Cultura organizza un incontro con l’attrice Laura Ephrikian che presenta il suo libro “Incontri”.

Alle 18.30 nella Sala Onu del Teatro Massimo, “Viva Sevilla!“, concerto di voce e pianoforte di Serena Dominici e Rosanna Safina. Organizzato da “Arte ed Emozioni”, Live Art a cura di Marisa Di Mitri.

Dalle 19.30 a mezzanotte, a Piazza Rivoluzione, Caffè Concerto Rivoluzione, musica live e djset, organizzato dall’Associazione Badside in collaborazione con l’Associazione Transea.

Alle 21 nella chiesa di San Mattia, ex Noviziato dei Crociferi “Cantando l’amore“, spettacolo canoro del gruppo Y Cantor, composto dal Maestro Roberto Superchi e da altri nove elementi.Lo spettacolo coniuga, musica, ballo e allegria e parte dalla musica degli anni ’30 fino ai nostri giorni. Contributo libero

Alle 21.15 al Tmo, Teatro Mediterraneo Occupato, Almost Maine, spettacolo teatrale della compagnia TeatroCasa. Amore: amore in corsa, di cuori rotti e aggiustati, amori persi e ritrovati, amore senza dolore, amore restituito, litigarello, nostalgico, di diverso genere e amore appena scoperto! Tra le luci del nord e serate al Moose Paddy, con la neve di dicembre e dentro una palla di vetro, nove vignette raccontano le storie di diciotto personaggi in una “quasi” cittadina, con magico realismo. Dall’esperienza del Teatro in appartamento iniziato nel dicembre 2016, dopo avere ottenuto un inaspettato successo tra il pubblico palermitano, nasce l’idea, spinta da Nicolas Rivero, attore e regista argentino trasferitosi a Palermo, di produrre lo spettacolo in collaborazione con il TMO – Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo e l’Especifica di Barcellona. Il regista catalano Ramon Garrido dirige la messinscena con l`assistenza di Luigi Milia, gli attori Marzia Coniglio, Rossella Guarneri, Marco Leone e Nicolas Rivero, le scene di Lidia Heredia e Roberto Lentini, le luci di Michele Ambrose, le musiche di Alfred Tapscott. Contributo di 8 euro.

Sempre alle 21.15, nella chiesa di Santa Maria dello Spasimo, “Coccitacca“, spettacolo teatrale di Michele Perricone e Salvo Marano. Contributo di 5 euro.

Alle 21.30 all’Agricantus, “In nome di Dio… in nome degli uomini: storie di potere e di eresia“, spettacolo per voce recitante, con musica e canto, a cura di Rosalia Billeci, organizzato dall’associazione Le Melarance. La performance parte dall’incredibile storia di Ipazia, filosofa, astronoma e scienziata vissuta nel 3° sec d.c., barbaramente uccisa perché pagana – figura emblematica di vittima del potere costituito, maschile e religioso e proprio per questo volutamente occultata, taciuta e sconosciuta ai più – per raccontare di altre figure emblematiche, vittime della discriminazione e dell’oppressione di un pensiero unico, conformista e dominante, che hanno pagato fino alla morte la loro grandezza e la loro genialità. Personaggi che hanno segnato la storia come Giovanna D’Arco, Giordano Bruno, Galileo, ma anche poco conosciuti, ma che hanno avuto un posto importante nella nostra storia particolare, come la Gnura Tofana, giustiziata o meglio massacrata pubblicamente dall’inquisizione come strega, nel 1633. Contributo di 5 euro.

 

In alto