Politica

Salvini visita Palermo. “Il governo Crocetta e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando sono disastrosi e devono andare a casa”.

salvini00000000

Il leader della Lega Matteo Salvini in visita a Palermo tra itinerari storici e tradizioni. Prima tappa questa mattina nel luogo della strage di Capaci, dove persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta. “Sono a Palermo, domani sarò a Milano ha detto Salvini, per unire nord e sud. C’è bisogno di elezioni subito, c’è voglia di partecipare, i nostri giovani hanno il diritto di vivere in Italia, in Sicilia come a Milano senza scappare all’estero per andare a lavorare”

Poi la visita alla cattedrale di Palermo per rendere omaggio alla tomba di Federico II, ammirare i mosaici ed il sepolcro di Don Pino Puglisi. E non sono mancati i momenti di tensione: polizia e carabinieri hanno sgomberato una ventina di giovani e studenti che erano entrati nel duomo in attesa dell’arrivo di Salvini per contestarlo. Le forze dell’ordine hanno fatto un cordone costringendo i contestatori a indietreggiare fino all’uscita dalla Cattedrale.

Ed ancora la visita al Santuario di Santa Rosalia. Il leader della Lega non ha voluto mancare la tappa che era stata programmata ma che rischiava di saltare per il ritardo accumulato dagli impegni che aveva avuto nella prima parte del suo tour a Palermo. Avendo saputo che al santuario la gente lo attendeva, Salvini ha deciso di saltare il pranzo e di recarsi sul monte. “Per ora sono io che porto via da Palermo tante cose ha detto il leader del Carroccio. Sono rimasto molto colpito dalla visita a Capaci, alla Cattedrale e ora qui al santuario. Ho ricevuto una bella accoglienza”.

L’obiettivo è quello di conquistare voti anche nel sud, dopo la batosta del referendum che ha visto i siciliani contrapporsi alla riforma con risultati da record per il No. Nel corso della visita Salvini si è intrattenuto con i giornalisti ed in diversi momenti ha risposto a svariate domande. Per la politica nazionale di attualità la vicenda Raggi, con Salvini che ha ribadito la necessità di dimissioni da parte della sindaca di Roma. Il Movimento Cinque Stelle dove ha governato ha fallito ha ribadito”.

A chi gli ha chiesto dell’alleanza con il centrodestra il leader del carroccio ha risposto “vedremo, escludo solo l’alleanza con la Sinistra. Questo è fuori discussione. Non guardo al passato,ma credo che non ci sarà più spazio per Alfano, Verdini, Cicchitto e questa gente qui”.

Per quanto riguarda le primarie del centrodestra Salvini si dice pronto a farle: “sarei felice se si facessero a marzo in modo da poter sfidare Renzi e Grillo”.

Insomma, bisogna mandare a casa questo governo nazionale, che è un prolungamento di quello di Renzi, ed a livello regionale in Sicilia mandare a casa Orlando e Crocetta. “Il governo Crocetta e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando sono disastrosi e devono andare via”.

In alto