Gustovagando

Riso nero: ricco di fibre e proteine è consigliato a chi soffre di diabete e celiachia

riso nero

di Francesca Pace 

Il riso nero è una varietà di riso integrale, ricco di fibre e proteine, particolarmente consigliato a chi soffre di diabete o ai celiaci. Il riso nero ha origini in Cina, e veniva coltivato per l’imperatore. Per questo motivo era chiamato “riso proibito”.

Tra le varietà abbiamo:

  • il riso Venere: è la varietà italiana più nota, prodotta soprattutto in Piemonte, a Vercelli. Il suo nome è un omaggio alla dea dell’amore perché a questo riso sono attribuite proprietà afrodisiache;
  • il riso Nerone: simile al riso Venere, ma dai chicchi più grandi, è il riso integrale più coltivato in Italia;
  • il riso nero Thai: coltivato in Thailandia, i suoi chicchi sono molto scuri e croccanti. In fase di cottura rilascia un piacevole odore di nocciole.ù

Le proprietà benefiche del riso nero sono molteplici. Gli antociani contenuti nel riso nero sono dei potenti antiossidanti che aiutano a prevenire il cancro e l’infarto. Ricco di Sali minerali come il selenio, ferro e zinco e manganese, contrasta l’invecchiamento cellulare. Non contiene zuccheri e glutine, per questo è adatto a chi soffre di celiachia e diabete, in quanto apporta all’organismo la giusta quantità di proteine e carboidrati, senza alterare il livello glicemico.

La fibra alimentare contenuta nel riso nero combatte la stitichezza e i problemi di cattiva digestione. Infine, questa varietà di riso depura l’organismo e purifica l’intestino dai residui tossici che potrebbero danneggiarlo.
Il riso nero va sciacquato e scolato prima della cottura che richiede 40-50 minuti di tempo o 25 se si usa la pentola a pressione. Non va tostato nel caso in cui si debba preparare un risotto, perché al termine della cottura si fa saltare in padella con il condimento per 10 minuti. È ottimo abbinato a verdure, crostacei e pesce.

In alto