News

Pistorio: “Tariffe ferrovie tra più basse in Italia”

pistorio00000000

“Le modalità di affidamento del contratto di servizio a Trenitalia soggiacciono alle rigorose norme del Regolamento CE 1370 del 2007 che consente l’affidamento diretto del trasporto ferroviario solo per dieci anni con la possibilità di estensione a 15 anni solo in presenza, come dispongono le norme comunitarie, di consistenti investimenti a carico dell’impresa ferroviaria”. Lo afferma l’Assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Giovanni Pistorio. “La nuova disponibilità di fondi nazionali che consentiranno alla Regione di acquistare direttamente un cospicuo numero di treni di proprietà della Regione stessa – aggiunge – fa venir meno la possibilità di superare la durata decennale e la correlata possibilità di proroga del contratto ponte, come hanno chiarito senza possibilità di equivoci l’autorità di Regolazione dei Trasporti e l’autorità Garante della Concorrenza, interpellate da questo assessorato”.

“Il Piano economico finanziario di cui si sta discutendo, determina contenuti aumenti per i viaggiatori, – dice – dato che gli investimenti diretti della Regione consentono di limitare al 3% annuo gli incrementi tariffari rispetto agli incrementi medi annui del 5% previsti in precedenti schemi di piani elaborati dall’impresa nel caso di investimenti a suo carico. Nonostante tali incrementi, necessari per garantire l’equilibrio economico finanziario del contratto e che comunque saranno legati a miglioramenti del servizio, le tariffe siciliane, già più basse di quelle applicate nelle altre regioni anche del centro sud, si attesteranno a livelli inferiori a quelli delle Regioni che vengono indicate come modelli di efficienza”.

In alto