News

Pistorio non molla: ” Se vuole Crocetta proceda d’ufficio sulle mie dimissioni”. Domani vertice dei centristi

pistorio00000000

“Pistorio si deve dimettere, non per ragioni giudiziarie che io non ho sollevato, ma poiché è venuto meno il rapporto di fiducia politica del presidente nei suoi confronti”: lo dice in una nota il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta. “Mi astengo dal pubblicare tutte le cose false e indicibili che il medesimo ha esternato per mesi ai suoi collaboratori, ma l’ultima intercettazione, registrata non il giorno dell’uscita dal carcere di Cuffaro, bensì il 13 marzo scorso, mostra con chiarezza che Pistorio vuole tenere segreti i rapporti politici con Cuffaro, oltre che – continua il presidente – con altri politici estranei alla coalizione. In politica questo si chiama tradimento. Pistorio è liberissimo di perseguire, con estrema ingratitudine, tutti i disegni politici che vuole, ma lo può fare da libero cittadino, non mentre è assessore del mio governo. Presenti le dimissioni – conclude Crocetta – per evitare che al suo dimissionamento si proceda d’ufficio”.

Dal canto suo l’assessore Pistorio non intende dimettersi. “Se Crocetta vuole lo faccia lui d’ufficio dice, dimettermi sarebbe come ammettere delle colpe”. Intanto il segretario dei Centristi in Sicilia, Adriano Frinchi, commenta l’invito fatto dal governatore Rosario Crocetta a Giovanni Pistorio a dimettersi da assessore alle Infrastrutture. “Mi documenterò sul reato di alto tradimento politico che il presidente Crocetta imputa a Giovanni Pistorio, sinceramente non riesco a capire”. Domani i Centristi si riuniranno a Catania per affrontare la vicenda, al vertice saranno presenti il leader Giampiero D’Alia, i parlamentari regionali e i coordinatori provinciali del movimento.

In alto