Sport

Palermo sempre più slavo, ecco Sunjic

sunjic

Dopo le indiscrezioni contrastanti degli ultimi giorni sembra ormai concluso l’arrivo di Toni Sunjic dallo Stoccarda al club rosanero. Il difensore bosniaco, arrivato ieri sera all’aeroporto Birgi di Trapani, appena intercettato ai microfoni di SkySport si è detto entusiasta di questa nuova esperienza: “Sono contento di questa opportunità. Il campionato italiano è molto importante ed è sempre stato un sogno giocare in A. E’ molto importante avere compagni di squadra che provengono dai Balcani come me. Pronto per la prossima partita? Devo allenarmi e devo conoscere i compagni, poi deciderà il mister”.

Il giocatore sosterrà in giornata le visite mediche e successivamente si unirà ai suoi nuovi compagni, dove ad accoglierlo troverà una folta colonia di giocatori dell’est Europa sbarcati negli ultimi anni in Sicilia sotto la regia di Davor Curkovic, consulente slavo sempre più influente nelle scelte di mercato del club rosanero. Per Corini dunque ecco il secondo rinforzo dal mercato di gennaio dopo l’arrivo di Stefan Silva.

Toni Sunjic, difensore bosniaco classe ’88, arriva dallo Stoccarda con cui ha totalizzato 40 presenze in un anno e mezzo realizzando 4 gol. Cresce calcisticamente nel Zrinjski Mostar che lo lancia tra i professionisti. Nel 2010 passa in prestito ai Belgi del Kortrijk ma senza lasciare il segno.

Una volta rientrato alla base sono gli Ucraini dello Zorja a puntare su di lui, con cui totalizzerà 55 presenze in due anni. La crescita con il club Ucraino lo porterà alle prime convocazioni con la nazionale Bosniaca con cui parteciperà al Mondiale Brasiliano del 2014. Dopo il mondiale passa ai russi del Kuban Krasnodar e successivamente è lo Stoccarda a garantirsi le sue prestazioni nell’Agosto 2015 per 3 milioni di euro.

Sunjic grazie alla sua struttura imponente (1,93 per 80 kg) potrà dare più fisicità e solidità al pacchetto difensivo rosanero soprattutto nel gioco aereo. Giocatore di grande temperamento ed esperienza, predilige giocare in una difesa a quattro. L’auspicio dei tifosi è che possa dare un contributo per raggiungere una salvezza sempre più difficile.

In alto