Sport

Palermo-Samp, sfuma la vittoria al 90′

Palermo-Verona

Finisce tra gli applausi del Renzo Barbera Palermo-Sampdoria. Per 90′ si è visto in campo – da parte dei padroni di casa – cuore, impegno e sacrificio. Nessuna colpa per i ragazzi di Diego Lopez che fino all’ultimo hanno provato ad agguantare i 3 punti, sfumati negli ultimi minuti di gara. Nonostante la prestazione convincente, il Palermo perde la grande occasione di portarsi a meno 5 dalla zona salvezza, adesso sempre più distante. Partono bene i siciliani che fin dalle prime battute tentato di andare in gol. Sarà Quagliarella a divorarsi il vantaggio, piazzandola fuori di qualche centimetro a portiere già battuto. Ci riprovano i liguri pochi minuti dopo con un conclusione da fuori di Cigarini, ottima la risposta di Posavec. Al 16′ Balogh si ritrova tra i piedi la palla del gol ma un attento Viviano strappa la gloria all’attaccante ungherese. Ci pensa Nestorovski a sbloccare il match al 31′, realizzano il 10° centro personale in questa stagione. Cross di Rispoli in aria, aggancia il pallone l’attaccante macedone ma Bereszynksi lo ostacola facendolo cadere. Il direttore non ha dubbi e fischia il calcio di rigore.

Si chiudono i primi 45′ minuiti di gioco con i rosanero in vantaggio. Le compagini tornano in campo senza alcuna modifica e, come era prevedibile, i blu cerchiati cercano di raggiungere il pareggio. Un secondo tempo combattuto da entrambi i fronti, con occasioni da entrambe le parti. Soltanto l’ingresso di Muriel, al 53′, da un pò di “frizzantezza” all’attacco doriano. Sarò proprio il colombiano a servire la palla del pareggio a Quagliarella negli ultimi istanti del match.

Un punto amaro per la squadra di Lopez che continua, complice la sconfitta dell’Empoli contro la Juventus, a far sperare in una possibile rimonta in chiave salvezza.

 

In alto