Sport

Palermo, ennesima occasione sprecata. Diego Lopez: “Troppi errori”

Curva nord

Poteva essere la partita della svolta, ma così non è stato. Il Palermo cade in casa per l’ennesima volta in questa stagione e rimane a -8 dall’Empoli, ben saldo al quart’ultimo posto che vale la salvezza. Dopo 4 punti nelle prime due partite sulla panchina rosanero ecco la prima sconfitta dell’era Lopez, i rosa pagano i troppi errori individuali in avvio di gara ed un approccio alla partita inadeguato.

L’Atalanta di Gasperini è arrivata al Barbera con il chiaro obiettivo di risolvere la pratica nel più breve tempo possibile: pressing asfissiante e ripartenze continue che hanno mandato in tilt i padroni di casa fin dai primi minuti. Se poi si aggiungono le solite amnesie difensive (Jajalo e Pezzella disastrosi) ecco che battere i Bergamaschi, al momento in una condizione eccellente, diventa una vera e propria impresa.

Troppi errori che hanno condizionato il match, così afferma Diego Lopez a Radio Rai: “A prescindere dal risultato sapevamo la squadra che trovavamo. Non siamo stati bravi a gestire la palla, perdendola per due volte in situazioni importanti. Abbiamo fatti molti errori contro una squadra in salute, dovevamo uscire di più sulle fasce e, nonostante il gol di Chochev non siamo riusciti a fare il secondo gol. Nestorovski? Non basta, dobbiamo lavorare per dargli palle più pulite possibile e questo è un compito nostro. Io so che la situazione in classifica non cambia, vedendo i risultati. Dobbiamo stare bene e avere quell’ atteggiamento delle scorse partite“.

Per il Palermo adesso altro match a dir poco proibitivo Venerdì sera a Torino contro la Juventus. Una partita sulla carta già segnata il cui pronostico appare scontato, uscire dallo Juventus Stadium con dei punti è praticamente impossibile come testimoniano le 24 vittorie di fila dei bianconeri nel loro stadio. Per il Palermo sarà fondamentale sperare di non vedere l’Empoli strappare punti alla Lazio nel match di Sabato sera per cercare magari di accorciare la distanza la domenica successiva, anche se ogni settimana che passa per i rosanero la salvezza è sempre più un miraggio.

 

In alto