Sport

Nuovo summit Zamparini – Salerno: Corini in bilico

corini00000000

La sconfitta di ieri al Barbera contro l’Inter e la parallela vittoria dell’Empoli sull’Udinese nei minuti finali sembrano mettere la parola fine ad una lotta salvezza che a dir la verità forse non c’è mai stata. L’Empoli scappa e vola a 21 punti in classifica mettendosi a distanza di sicurezza da Palermo e Crotone, i calabresi con il pareggio inaspettato di ieri a Marassi agguantano il rosanero a quota 10 punti.

Per i ragazzi di Corini la zona salvezza è sempre più un miraggio, gli 11 punti di distacco dai Toscani rappresentano un divario incolmabile per una squadra che fino ad ora non è mai riuscita a vincere nel suo Stadio, portando a casa un solo punto contro il Pescara fanalino di coda del campionato. Ieri in un Barbera semi deserto e avvolto in un clima surreale – complice anche la protesta portata avanti dalla Curva Nord  – si è assistito al solito film già visto nelle precedenti occasioni, rosa vogliosi e motivati di provare a ribaltare i pronostici della vigilia ma una volta incassato lo svantaggio incapaci di reagire e in preda al nervosismo.

Oggi in programma un nuovo summit tra Zamparini e il Direttore Sportivo Nicola Salerno, tema del giorno ancora una volta la posizione di Eugenio Corini. Il tecnico ieri in sala stampa nel post partita è sembrato determinato a non mollare i suoi ragazzi in un momento così difficile, ma allo stesso tempo ha ribadito l’importanza di avere alle spalle la fiducia della società in modo tale da evitare che ogni domenica si assista al solito processo improduttivo nei confronti di un allenatore che sicuramente non ha alcuna responsabilità del caos tecnico e societario in cui si trova adesso il club.

Il Ds Salerno sembra spingere per la conferma dell’attuale allenatore, anche perchè appare impensabile che un nuovo cambio in panchina possa portare a nuovi scenari in classifica. Tuttavia a decidere sarà come sempre Zamparini, tentato dalla possibilità di richiamare Ballardini (sempre che quest’ultimo sia propenso a tornare). Una situazione sempre più imbarazzante per i tifosi, ormai rassegnati a salutare la serie A ma quantomeno con un briciolo di orgoglio e dignità.

In alto