Cronaca

Nuova condanna, 3 anni e 6 mesi per calunnia a Massimo Ciancimino

vetrina-ciancimino

Nuova condanna, a tre anni e sei mesi, per Massimino Ciancimino, il figlio dell’ex sindaco di Palermo Vito: a Bologna era imputato per calunnia nei confronti di Rosario Piraino, dell’Aisi. Il ‘super-testimone’ del processo sulla presunta trattativa Stato-Mafia, arrestato e finito in carcere il 24 gennaio per un’altra condanna a Palermo, rispondeva, nel processo bolognese, di aver falsamente accusato di minacce Piraino nel 2009, quando risiedeva a Bologna.

Il Pm Enrico Cieri aveva chiesto tre anni. Il giudice Aldo Resta ha condannato l’imputato e ha disposto il risarcimento di 20mila euro alla presidenza del Consiglio, costituita parte civile con l’avv.Mario Zito. Ciancimino non era presente in aula; nell’ultima udienza è stato invece sentito Piraino, persona offesa e difeso dall’avvocato Marcello Montalbano, sostituito in mattinata dall’avvocato Alessandro Armaroli.

In alto