Sport

Nulla da fare: il Palermo esce sconfitto per 4-1 dallo Juventus Stadium

napoli palermo00000000

Come era prevedibile il Palermo esce sconfitto dallo Juventus Stadium, nell’anticipo della 25esima giornata di Serie A. Rosanero battuti dalla corazzata bianconera per quattro reti ad una.

Il Palermo prova inizialmente a contenere la Juventus ma resiste fino al 13′ quando una punizione da 30 metri di Alves, libera Higuain davanti a Posavec. Il tiro dell’argentino è respinto dal portiere, sulla ribattuta si avventa Marchisio che ribadisce nella porta sguarnita.

Al 18′ il Palermo tenta la reazione con Nestorovski che riesce ad entrare in area e da posizione defilata, concludendo in porta, ma Buffon si oppone. Ancora al 21′ pericolo per i rosanero: Pjaca mette in mezzo, ma Posavec smanaccia. Khedira trova il pallone e conclude in porta, bravo Aleesami a salvare sulla linea di porta.

Al 25′ è ancora Buffon ad opporsi ad un tiro di Balogh. Al 39′ sempre Balogh fallisc una ghiotta occasione; suggerimento di Sallai, possibilità di deviare in porta ma viene anticipato da Asamoah. Un minuto dopo è ancora la Juventus ad andare in rete con una punizione precisa di Dybala che non lascia scampo a Posavec, infilandosi nel sette.

Nella ripresa passaggio orizzontale sulla trequarti di Alves per Dybala, l’argentino dal limite dell’area serve il taglio in area di Higuain, che non sbaglia di fronte a Posavec. La reazione del Palermo con un cross al 57′ di Rispoli che però non trova nessuno.
Al 78′ scontro tra Goldaniga e Posavec, quest’ultimo ha la peggio e rimane privo di sensi per qualche minuto. Poi al minuto 89′ un brutto errore a centrocampo di Goldaniga libera la volata solitaria di Higuain. Il centravanti argentino arriva al limite dell’area resistendo ai tentativi di fallo della difesa rosanero, poi serve con un delizioso colpo di tacco l’accorrente Dybala che non sbaglia da fuori area siglando il 4 a 0.

Al 92′ sugli sviluppi di un angolo Diamanti crossa nel cuore dell’area, irrompe Chochev che di testa rende meno amara la sconfitta rosanero, siglando la rete della bandiera.

In alto