Cronaca

Maxi-operazione antidroga sul territorio; setacciata la città e la provincia

marijuana

Sette ragazzi finisco in manette. Ad incastrarli una maxi-operazione di contrasto allo spaccio di stupefacenti, portata avanti dagli uomini della sezione “Antidroga e Contrasto al Crimine Diffuso”, meglio conosciuti come “Falchi”. L’operazione si è estesa per tutto il territorio della provincia di Palermo. I responsabili sono stati fermati per vari reati quali detenzione e trasporto di cocaina, hashish e marijuana.

Si tratta di Francesco Portanova, 32 anni, fermato per un controllo mentre portava con sé 2kg di hashish; Umberto Patti, 39 anni, al quale gli viene attribuito il reato di detenzione di stupefacenti. Nella sua abitazione infatti sono stati trovati 53g di cocaina; Antonino Di Betta, 26 anni, era l’addetto alla vendita di droga nella Movida palermitana. Ritrovati alcuni grammi di cocaina anche nella sua abitazione; Giovanni Cionti, 29 anni, è stato fermato per detenzione di diverse sostante nel suo appartamento; Vincenzo Cerrito, 30 anni, era già sottoposto ai domiciliari ma continuava dalla sua abitazione attività di spaccio di stupefacenti; Rosario Cosenza, 23 anni, sottoposto a un controllo nei pressi di Cinisi, è stato bloccato dalle forze dell’ordine per il trasporto di circa 50 grammi di cocaina; Michele Cappello, 26 anni, coltivava una piantagione di marijuana in un locale adibito a serra.

Grazie all’operazione svolta dalle forze dell’ordine sono state rinvenute altre due piantagioni di marijuana. Una “ad hoc” nel quartiere Zen, composta da vasi, riflettori e ventole d’areazione. L’altra in zona San Lorenzo, composta da 128 piante. Gli agenti hanno hanno ispezionato un locale in completo stato di abbandono, scovando diversi grammi di hashish, cocaina e altri stupefacenti. Setacciata anche la zona Zisa. Sequestrata marijuana e diverse dosi di eroina.

 

In alto