Magazine

Mani secche e screpolate in inverno? Ecco cosa fare

mani

di Vanessa Pia Turco  

La pelle è un bene prezioso che non solo ci consente di esplorare e di interagire con il mondo circostante ma ci protegge soprattutto nelle estati più torride e negli inverni più rigidi dagli sbalzi termici più aggressivi. Rivela lo stato di salute di una persona e spesso non riesce a nascondere emozioni e preoccupazioni. Ma al tempo stesso è una parte del corpo molto delicata e facilmente soggetta a deterioramento. Inoltre l’uso di saponi e detergenti aggressivi ma anche il vento, il gelo e l’inquinamento possono compromettere il film idrolipidico che la protegge causando secchezza, prurito e screpolature. Ecco perché è opportuno prendersene cura il più possibile. Un’alimentazione ricca di frutta e verdura, un’idratazione quotidiana, l’uso di saponi delicati, tante ore di sonno e relax e l’assunzione di tisane diuretiche e depurative possono davvero fare dei miracoli. Inoltre vengono in soccorso anche due rimedi naturali come il burro di karité e l’olio di mandorle dolci che riescono a donare lucentezza e setosità anche alla pelle più stressata.

Burro di karitè
Il burro di karité viene considerato in Africa il rimedio della bellezza e dell’eterna giovinezza. Per ottenere 1 kg di prodotto sono necessarie almeno 20 ore di lavoro che viene svolto perlopiù dalle donne africane. Questa sostanza burrosa contiene preziose sostanze antiossidanti come le vitamine A, E, D e acidi grassi essenziali importantissimi per loro azione anti-age. Il burro di karité è impiegato nel trattamento di ferite, scottature, pelle arrossata e disidratata. È un ottimo struccante e ammorbidisce, purifica e rinforza i capelli. Permette inoltre alla pelle di conservare un colorito sano e naturale nutrendola e proteggendola da sole, vento e gelo.

Olio di mandorle dolci 
L’olio di mandorle dolci ha un colore giallo e trasparente e un odore intenso e pungente. È ricco di sostanze salutari. Per il suo acquisto è necessario sapere che esistono essenzialmente due metodi per estrarre l’olio. Il metodo che utilizza solventi chimici è abbastanza economico e per questo preferito dalla maggior parte dei produttori. L’olio che deriva dalla spremitura a freddo invece risulta più pregiato in quanto mantiene inalterate tutte le sostanze salutari. L’olio di mandorle dolci è una vera panacea nella cura della persona. Ha una funzione addolcente nei confronti dei capelli secchi, sfibrati, crespi e con doppie punte e svolge un’azione lenitiva, idratante ed elasticizzante anche sulle pelli più secche e sensibili. Inoltre in gravidanza per prevenire cicatrici e smagliature basterà applicare l’olio in maniera circolare fino a completo assorbimento.

Ecco due semplici soluzioni faidate per donare sollievo alla pelle secca e screpolata:
Crema al burro di karitè

  • 50 gr burro di karité
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • 2 cucchiai di acqua di rose
  • 4 gocce di olio essenziale di gelsomino

Si consiglia di far sciogliere lentamente il burro di karité a bagnomaria quindi aggiungere l’olio di oliva. Lasciare raffreddare e aggiungere un cucchiaio di acqua di rose e 4 gocce di olio essenziale di gelsomino. Mescolare bene poi applicare dopo aver pulito accuratamente la cute. L’olio di oliva ha una profonda azione idratante sulla pelle secca e screpolata e assicura il rinnovamento cellulare e nutre e irrobustisce le fibre cutanee. Il burro di karité viene tradizionalmente usato nella cucina africana. Questa sostanza dalle mille virtù salutari deriva dalle noci dell’albero di karité. Svolge un’azione calmante e lenitiva nei confronti di eritemi, abrasioni, piaghe, pelle scottata e infiammata. Il gelsomino, il cui nome botanico è Jasminum grandiflorum, è una pianta di origine orientale che appartiene alla famiglia delle Oleaceae. Ha fiori bellissimi dalla fragranza dolce e inebriante. È largamente utilizzato per la preparazione di profumi e in cosmesi. In aromaterapia l’olio essenziale di gelsomino è apprezzato poiché sa donare nuova energia e vitalità e allontana ansia, depressione e irritabilità. Aiuta nella tosse nervosa, nei problemi di stress e calo della libido. Nella cura della pelle è lenitivo, ricostituente e rilassante.

Maschera nutriente all’olio di mandorle dolci 

  • 4 cucchiai di olio di mandorle dolci
  • 40 gr di cera d’api
  • 2 cucchiai di acqua di rose
  • 3 gocce di olio essenziale di ylang-ylang

Sciogliere la cera d’api in un pentolino a bagnomaria poi aggiungere l’olio di mandorle dolci. Mescolare con cura quindi versare il composto in un grande piatto di ceramica. Fare raffreddare. Versare l’acqua di rose continuando a mescolare. Successivamente aggiungere le gocce di olio essenziale di ylang-ylang. Riporre in un contenitore di vetro in un posto buio lontano da fonti di calore. Applicare la maschera dopo avere deterso bene la cute. La cera d’api è un prodotto delle api. È meno conosciuto del miele, del polline e della pappa reale ma ha ugualmente grandissime proprietà. Ha un effetto emolliente sulla cute alla quale apporta micronutrienti preziosi. L’olio di mandorle dolci è un vero toccasana per le pelle secca e irritata. È ricchissimo di vitamine e sali minerali che donano forza, elasticità e idratazione a unghie, pelle e capelli. L’uso regolare permette e facilita la rigenerazione cellulare e crea uno scudo protettivo contro gli agenti atmosferici. L’olio essenziale di ylang-ylang ha proprietà nutritive, elasticizza la pelle ed ha un potere rigenerante sul corpo e sulla mente. L’ylang-ylang è una piccola pianta originaria delle Filippine  e dell’Indonesia ma cresce bene anche in Australia e in Asia. L’olio che viene estratto dai suoi bellissimi fiori ha un colore giallastro e una fragranza raffinata e dolcissima. In aromaterapia calma la tensione emotiva e l’ansia, rafforza l’autostima e ha un leggero effetto afrodisiaco.

 

In alto