News

Lo Voi chiede di posticipare il trasferimento di Di Matteo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Chiesto al ministero della giustizia dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, il posticipato possesso per il pm Nino Di Matteo che, la scorsa settimana, il Csm ha trasferito alla Direzione nazionale antimafia. L’istanza, se accolta, consente a Di Matteo di continuare a seguire il processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia, le indagini su Cosa nostra che gli sono state assegnate e i procedimenti ordinari che, per legge, devono essergli assegnati in quanto da anni non fa più parte della Dda.

Era stato lo stesso Di Matteo, con dichiarazioni fatte alla stampa, a far presente la sua esigenza di non lasciare , nonostante il trasferimento, il processo sulla trattativa e di proseguire le indagini antimafia. Il magistrato, attraverso i giornali, aveva manifestato il desiderio di essere applicato dal procuratore nazionale antimafia. Il posticipato possesso, chiesto nella misura massima consentita di sei mesi, escluderebbe, dunque, l’applicazione, soddisfacendo comunque le esigenze fatte presenti dal magistrato.

In alto