Sport

Lazio Palermo 6-2: ennesima figuraccia per i rosanero

lazio00000000

Nel 33esimo turno di seria A la Lazio vince in scioltezza contro un Palermo ormai virtualmente retrocesso, all’olimpico finisce 6-2 per i biancocelesti. Nel Palermo, in campo con un 3-4-2-1, Bortoluzzi sceglie il giovane Lo Faso per completare l’attacco con Sallai e Nestorovski. Nella Lazio Inzaghi punta sul tridente Keita Immobile Felipe Anderson.

Avvio di match da incubo per il Palermo, passano appena 8 minuti e Immobile sblocca il risultato battendo Posavec con un colpo di testa ravvicinato da pochi passi. Nemmeno il tempo di togliere il pallone dalla rete e ancora Immobile sigla il 2-0 con un destro dal limite all’angolino, Palermo già KO dopo appena 10 minuti. La squadra di Inzaghi gioca in scioltezza e arriva con facilità estrema alla conclusione, al 21′ Keita fa tutto da solo dopo essersi liberato di 3 difensori insacca il gol del 3-0. La Lazio non si ferma, passano altri 3 minuti e Morganella stende in area Keita, rigore netto trasformato dallo stesso senegalese che firma il 4-0. Umiliazione senza fine per il Palermo, Bortoluzzi prova a cambiare l’assetto della squadra inserendo Bruno Henrique al posto di Sallai. Passano pochi minuti e al 26′ arriva l’ennesimo gol di Keita che su assist di Immobile trafigge nuovamente Posavec. Primo tempo che termina sul risultato di 5-0, rosanero imbarazzanti e mai scesi in campo.

Inizia la ripresa ed è subito Rispoli a trovare il gol della bandiera approfittando di un grossolano errore di De Vrij che lo rimette in gioco e il terzino rosanero batte Strakosha, 5-1. Al 52′ ancora Rispoli prova a dare un minimo di dignità alla prestazione dei siciliani sfruttando un altro pasticcio della difesa laziale, retropassaggio pigro di Hoedt a Strakosha il difensore rosa si inserisce e insacca il gol del 5-2.  Reazione del Palermo che prova a limitare la goleada biancoleste. La Lazio amministra il gioco e prova ad incrementare il bottino sfiorando più volte il sesto gol con Immobile ed uno scatenato Keita. Al 90′ ecco il 6-2 dei padroni di casa, stavolta è il giovane Cracco che sotto porta batte Posavec dopo una mischia nell’area rosanero. Termina così una delle partite peggiori della storia rosanero, i tifosi sperano che questo campionato finisca il prima possibile per mettere fine a questo scempio.

In alto