Politica

L’ars approva il Ddl Urega. Ance: “Soddisfatti, riforma opportunità irripetibile”

Palazzo-reale-ars- regione

Con 40 voti a favore, 2 voti contrari e 11 astenuti l’Ars ha approvato il disegno di legge in tema di appalti pubblici, che modifica la composizione degli Urega. Dopo diverse sedute consecutive rinviate per mancanza del numero legale, che avevano fatto “impantanare” l’Ars sull’esame del disegno di legge sulla modifica degli Urega, oggi l’aula ha superato lo scoglio: dopo l’ennesima richiesta di verifica avanzata dal Movimento 5 Stelle, alla comunicazione del presidente Giovanni Ardizzone “l’assemblea è in numero legale” è partito un applauso dai banchi dei grillini rivolto ai parlamentari presenti. L’esame del ddl è dunque ripreso.

“Nell’attuale delicata fase politica preelettorale il ddl sulla riforma degli Urega rappresentava forse l’ultima e irripetibile occasione per sbloccare in un colpo solo il mercato delle opere pubbliche, il lavoro edile e la prevenzione delle calamità naturali senza bisogno di richiedere nuove coperture finanziarie”. Lo afferma il presidente di Ance Sicilia, Santo Cutrone.

“Questa norma può dare velocemente risposte alle emergenze della Sicilia che le cronache di questi giorni hanno reso ancora più drammatiche: quelle della disoccupazione che continua a crescere e quella della messa in sicurezza del territorio flagellato dai nubifragi. Apprezziamo – aggiunge – il fatto che i deputati regionali non si siano tirati indietro. Ci riserviamo di leggere il testo definitivo valutando i possibili effetti dei tanti emendamenti presentati e ci auguriamo che l’applicazione della norma non incontri intoppi e che si aprano presto tanti cantieri, ponendo fine alle enormi sofferenze e ai disagi che consumano le vite dei giovani, dei lavoratori, degli imprenditori e dei cittadini tutti”.

In alto