Sport

Football americano, gli Sharks alla ricerca del primo posto. Domani in campo contro Crotone

sharks palermo barbera

Un match che vale la testa del girone. Gli squali ospiteranno domani gli Achei Crotone, avversari già affrontati nella seconda gara di campionato quasi due mesi fa. Nonostante il risultato – 8 a 48 per i palermitani – la compagine calabrese ha creato diversi problemi agli Sharks Palermo, conquistando più di 300 yards grazie ai loro schemi di gioco scelti dal coach americano Tim Bishop.

“Gli Achei, come lo scorso anno, sono stati la vera sorpresa del nostro girone – afferma la safety Paride Zappalà in un’intervista pubblicata ieri sul sito della società palermitana -. Ci aspettiamo una partita molto bilanciata per quanto riguarda le corse e i passaggi. I loro schemi nuovi potrebbero metterci in difficoltà se non restiamo concentrati”.

La qualificazione certa ai playoff conquistata grazie alla vittoria di Catanzaro sicuramente non deconcentrerà i ragazzi di coach Fonti, determinati a raggiungere il risultato pieno in questa regular season. Di contro i crotonesi, secondi nel girone, sbarcheranno in terra sicula per conquistare un’importante centro che gli consentirebbe un’ulteriore vantaggio in classifica sui “cugini” catanzaresi.

“Li studiamo da quasi due settimane – dice Giulio Esposito, cornerback palermitano -. Si tratta di una compagine unita ed è molto migliorata nel corso degli anni. Non possiamo lasciare nulla al caso”.

Nonostante i duri allenamenti in vista del match gli squali dovranno ancora fare a meno di alcuni tasselli fondamentali. In primis il quarterback Abbadessa, fortunatamente in via di recupero, Fabrizio Turrisi (runningback), Benedetto Maltese (tight end), Erik Mazzone (wide receiver) e Giacomo Russo (defensive tackle). Tornerà invece disponibile in linea d’attacco Massimiliano Guastella, uno dei protagonisti nella conquista del campionato lo scorso anno.

Il 14 maggio non è soltanto il game day ma soprattutto la festa della mamma. I placcaggi, le corse e l’adrenalina pre-partita lasciano spazio a un momento particolare che prevede il consueto ingresso in campo con le proprie madri. La società e i giocatori hanno infatti promosso quest’iniziativa rinominando l’evento in “Mamma Bowl”.

“La più bella iniziativa – conclude Zappalà – che gli Sharks abbiano mai fatto per dire grazie a chi ci supporta e sopporta!“.

Ancora una volta sarà Terrasini ad ospitare questo incontro di terza divisione, alle 13 e 30 presso lo stadio “Favazza”.

Foto di Antonio Melita

In alto