News

Fondazione centro Ri.Med a Carini: 113 milioni a bando

Castello_Carini

Un bando di gara da 113 milioni di euro, per la costruzione a Carini del centro di ricerca della Fondazione Ri.Med è stato pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. L’appalto prevede l’affidamento dei lavori per la costruzione del Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica (CBRB) della Fondazione. Si tratta di strutture per complessivi 25.000mq destinate a ospitare fino a 600 dipendenti, con laboratori, uffici amministrativi, auditorium, ambulatori, parcheggio e foresteria. Due i mesi il tempo a disposizione per le ditte che vorranno partecipare alla gara: il termine per presentare domanda è infatti fissato a venerdì 31 marzo 2017.

La Fondazione Ri.MED è stata istituita con decreto governativo, replicando il modello gestionale pubblico-privato di ISMETT IRCCS, e può contare su partner fondatori del calibro di Presidenza del Consiglio dei Ministri, UPMC, Università di Pittsburgh, CNR e Regione Siciliana. “Per importanza strategica e importo stanziato – è scritto nel comunicato – la realizzazione del CBRB si attesta come opera di fondamentale importanza nella storia della Sicilia e di tutto il Bacino Mediterraneo”. “La pubblicazione della gara per la costruzione del CBRB della Fondazione Ri.MED è un importantissimo passo dell’ormai decennale lavoro che UPMC e l’Università di Pittsburgh hanno condotto insieme ai Governi Italiano e Siciliano e al CNR” afferma Bruno Gridelli, Vicepresidente esecutivo di UPMC International e Vicepresidente di Ri.MED.

“La Fondazione Ri.MED è nata come gemmazione della lunga e fruttuosa collaborazione tra la Regione Siciliana e UPMC che, tramite ISMETT IRCCS, ha messo a disposizione dei pazienti siciliani cure di altissima specializzazione e creato centinaia di posti di lavoro per giovani professionisti della salute. Dalla creazione di Ri.MED ad oggi, decine di giovani ricercatori Italiani sono stati formati a Pittsburgh e in importanti centri di ricerca internazionali e nazionali per diventare i leaders dei programmi di ricerca della Fondazione. Ora, con il CBRB intendiamo, tramite ricerche avanzate, generare nuovi prodotti di cura che abbiamo un valore clinico e commerciale. Ciò creerà nuove imprese biotecnologiche con un impatto positivo per lo sviluppo economico e sociale della Sicilia e dell’intero Paese”.

Il progetto esecutivo del CBRB è stato realizzato dal raggruppamento di imprese capitanato da Hellmuth, Obata & Kassabaum Inc. ed è stato approvato dalla Commissione Regionale dei Lavori Pubblici il 12 ottobre 2016. In vista della pubblicazione del bando di gara, Ri.MED ha poi siglato un Protocollo di legalità con la Prefettura di Palermo, strumento utile ad assicurare la massima trasparenza e contrastare possibili infiltrazioni della criminalità organizzata; nella stessa direzione anche l’accordo di vigilanza collaborativa con l’Autorità Nazionale Anticorruzione – ANAC, finalizzato a garantire la correttezza e la trasparenza delle procedure di affidamento relative ai lavori di costruzione del CBRB.

In alto