Magazine

Fiori di Bach: come allontanare dubbi e incertezze con Cerato e Scleranthus

gelsomino azzurro

di Vanessa Pia Turco 

depressione, tristezzaScriveva lo psicanalista Erich Fromm “l’incertezza è la condizione perfetta per incitare l’uomo a scoprire le proprie possibilità“. I dubbi e le incertezze fanno parte del vivere quotidiano e a volte determinano le decisioni più importanti del nostro mondo amoroso o lavorativo. Stimolano la voglia di crescere e conoscere e spingono a provare nuove emozioni e nuove possibilità. Comperare una casa più grande, scegliere un lavoro più creativo, dedicare più tempo alla famiglia possono apportare gioia ed entusiasmo ma possono essere anche fonte di stress e profonda insicurezza. E allora che fare? Esistono per fortuna dei rimedi floreali che, se assunti con regolarità, allontanano ansia, dubbi e perplessità donando fiducia, saggezza e forza di volontà.

Ecco due fiori di Bach, il Cerato e lo Scleranthus, molto utili per combattere ansia e indecisione da assumere in special modo prima di un colloquio o di un esame importante. Stimolano la profondità di pensiero, la saldezza emotiva, l’intraprendenza, l’intuizione e la chiarezza interiore.

CERATO
Cerato detto anche “gelsomino azzurro” viene estratto dalla Piombaggine, un arbusto rampicante sempreverde originario delle regioni meridionali dell’Asia e dell’Africa e il cui nome botanico è Plumbago capensis. In Italia può raggiungere i 5 metri di altezza, ha foglie lisce, sottili e oblunghe di un bel colore verde brillante. I fiori hanno splendide corolle di colore azzurro cielo con sfumature blu o viola. La Piombaggine teme le basse temperature invernali, ama i terreni ben soleggiati e concimati e ha bisogno di continue potature e rinvasi. In inverno entra in riposo vegetativo e la parte aerea dissecca totalmente per poi riformarsi in primavera.  Il verde della pianta abbinato al colore azzurro dei fiori simboleggia la realizzazione armonica dell’individuo attraverso la perseveranza, la concretezza e la manifestazione libera della spiritualità e della ricchezza interiore. L’essenza floreale è utile alle persone che si lasciano influenzare dalle opinioni altrui e che non hanno una chiara percezione delle proprie capacità personali. I soggetti Cerato sono spesso intelligenti, curiosi, adattabili e comunicativi. Hanno un notevole intuito e una grande facilità di apprendimento ma a volte ripongono una fiducia eccessiva negli altri, cambiano idea facilmente e la loro capacità di giudizio risulta un tantino ingenua e superficiale. A livello fisico possono soffrire di stanchezza, disturbi pressori, depressione, debolezza, tachicardia, insonnia, stati asmatiformi da stress decisionale, cefalea e inappetenza. Questo fiore di Bach se assunto con una certa regolarità stimola la saggezza interiore, dona pace e serenità, senso critico ed un maggiore equilibrio nelle decisioni e aiuta a gestire la propria vita senza dubbi o esitazioni. Il Cerato apporta benefici ai bambini e agli adolescenti che sono volubili e facilmente impressionabili donando concretezza, stabilità emotiva e forza interiore. In situazioni difficili l’assunzione di questo fiore stimola una maggiore coerenza decisionale nell’affermazione delle proprie idee e nella difesa delle proprie opinioni personali.

SCLERANTHUS
Lo Scleranthus annus o Fiorsecco è una pianticella filiforme che ha origini asiatiche. Cresce bene nei boschi e nei pascoli montani su terreni sabbiosi e sassosi molto ricchi di azoto. È una pianta annuale con foglie ovali con bordi interi e fiori piccoli di colore verde chiaro dal profumo molto intenso. Il frutto della pianta è una piccola bacca di colore rosso scuro e di forma rotonda. Scleranthus è utile a coloro che non riescono a scegliere tra due possibilità sia che si tratti di questioni quotidiane sia che si tratti di fatti di estrema importanza. Sentono una profonda lacerazione interiore tra due alternative che li attirano in uguale misura. Non parlano volentieri di tale difficoltà e cercano di risolvere la loro ansia usando la logica e la razionalità. Possono apparire calmi e tranquilli ma ogni possibile scelta è fonte di estrema sofferenza. Non amano parlare dei loro dubbi e dei continui ripensamenti e nascondono la loro sofferenza dietro una maschera di finta allegria cercando di decidere senza chiedere consiglio a nessuno. Di ogni situazione valutano i pro e i contro tormentandosi tra l’una e l’altra possibilità e a volte si possono ritrovare di fronte ad un bivio importante della loro vita, come ad esempio l’essere incerti sulla propria identità sessuale. A livello fisico i soggetti possono soffrire di vertigini, instabilità motoria, nausea, spasmi, colon irritabile, svenimenti, bulimia, diarrea, dolori mestruali, ipersensibilità ai mutamenti climatici, mal di mare, insonnia notturna e sonnolenza diurna. I bimbi Scleranthus sono spesso insicuri, irrequieti e inconcludenti e possono passare da un argomento ad un altro senza alcun legame logico. Possono essere indecisi perfino nell’utilizzo del tempo nei giochi o nello studio e possono avere anche difficoltà nell’eseguire i compiti per mancanza di senso pratico. Questo splendido fiore fa luce sulla strada da percorrere in ogni circostanza e facilita il recupero dell’equilibrio emozionale e della capacità decisionale donando chiarezza, forza interiore e rapidità nello scegliere fra soluzioni antitetiche.

In alto