Eventi

Festival Presente Futuro 2017, premiato “Retiro” di Lucia Guarino

festival presente futuro

Si è conclusa la dodicesima edizione del Festival “Presente Futuro 2017 – young performing arts festival and prize”, che ha avuto luogo presso il Teatro Libero dal 23 al 27 maggio 2017. Tra i progetti in concorso, la Giuria, composta da Daniela Cecchini, Giudo Di Palma, Nicola Fano, Atxarte Lopez de Munain, Beno Mazzone, Jean-Pierre Sag, Guido Valdini e Toméo Verges, ha assegnato il premio (un gettone di mille euro, una settimana di residenza dal 12 al 17 giugno, la partecipazione l’8 luglio a BE Festival di Birmingham) a “Retirodi Lucia Guarino, produzione Compagnia Simona Bertozzi in collaborazione con l’Associazione Culturale Nexus di Bologna, con il supporto di Indisciplinarte, DanceMovesCities 2014, Movin’Up 2014, Il Vivaio del Malcantone, Foligno InContemporanea.

Il progetto è stato, dunque, premiato – così come ha scritto nelle motivazioni il presidente della Giuria, Nicola Fano – perché “una performance di grande rigore tecnico ed emotivo, e in quanto tale in grado di dialogare con la grande produzione contemporanea, nonché uno spettacolo che cerca di identificare nuovi linguaggi espressivi (anche andando oltre la danza tout court) e che esprime con precisione il senso della lotta costante di una donna con il proprio corpo e con il proprio spazio. Come se corpo e spazio fossero dei limiti da valicare costantemente per stabilire un più profondo contatto con se stessi”.

La Giuria all’unanimità ha, inoltre, fatto due menzioni, segnalando due performance: “Morning sun”, coreografia di Perrine Valli con Marthe Krummenacher e Perrine Valli, perché “un esperimento concettuale che deliberatamente raggela l’emotività del pubblico, cercando di farlo entrare in rapporto diretto con il proprio cervello e la sua struttura binaria” e “Un po’ di più”, di Lorenzo Covello e Zoé Bérnabeu (con Lorenzo Covello e Valentina Cortese) perché “una performance di teatro danza con un forte spessore poetico, che riflette in modo intelligente su un tema apparentemente semplice ma universale come l’amore”.

Il voto del pubblico è andato allo spettacolo di danza “Sin”, coreografia di Mario Coccetti, con Salvatore Sciancalepore e Rocco Suma, prodotto dalla Compagnia Progetto S in collaborazione con l’Associazione Cinqueminuti di Reggio Emilia.

Il festival Presente Futuro è stato sostenuto dal Comune di Palermo / Assessorato alla Cultura di Palermo, dall’ERSU, dall’Instituto Cervantes Palermo e realizzato in collaborazione con il BE Festival di Birmingham.

In alto