Politica

Ferrandelli, un altro pentito punta il dito contro il candidato

ferrandelli

Si fanno sempre più pesanti le accuse nei confronti del candidato a sindaco Fabrizio Ferrandelli. Ieri è stato sentito a palazzo di giustizia dai pm Sergio Demontis e Caterina Malagoi a seguito di un’indagine per voto di scambio.

Alle accuse di Giuseppe Tantillo, ex boss del Borgo Vecchio, si aggiungono quelle di Vincenzo Gennaro, conosciuto nel monto delle imprese in quanto riscuoteva il pizzo per conto di Cosa Nostra. Da due anni è collaboratore di giustizia. Le dichiarazioni di Gennaro coinciderebbero con quanto già riferito da Tantillo.

Gennaro parla di alcuni favori che Ferrandelli avrebbe fatto al sindaco di Altavilla Milicia, Nino Parisi. La stessa giunta comunale è stata poi sciolta per infiltrazioni mafiose nel 2014.

Salta fuori dalle indagini anche un concerto neomelodico svoltosi in piazza al Borgo Vecchio, finanziato proprio da Ferrandelli stando alle dichiarazioni di Tantillo.

Ferrandelli nega di aver finanziato il concerto e afferma di non volersi arrendere. Attesa la sua conferenza stampa in cui spiegherà la sua versione dei fatti.

In alto