Magazine

Cromoterapia, i benefici del colore rosa

fiori rosa

di Vanessa Pia Turco

La cromoterapia è una terapia naturale che utilizza le qualità energetiche dei colori per il trattamento ed il ripristino dell’equilibrio psico-fisico dell’essere umano. Una scelta cromatica opportunamente applicata all’ambiente, ai cristalli e all’alimentazione può avere effetti molto positivi sul nostro umore e sulla nostra energia e può scongiurare disturbi di origine stressogena come ansia, insonnia e irritabilità. Il rosa è il colore della spiritualità, della bellezza e dell’amore incondizionato, è estremamente fresco e rivitalizzante, allevia le tensioni emotive e stimola la libera espressione e la condivisione di idee e progetti.

Secondo la cromoterapia il colore esercita un’azione benefica sulle funzioni dell’essere umano, influendo a livello del sistema metabolico, nervoso ed immunitario. Certo il colore anima il mondo ed è presente in ogni cosa nell’universo e spesso le nostre scelte cromatiche nella casa, nel cibo e nell’abbigliamento non trovano una spiegazione razionale. Il colore rosa è molto importante in cromoterapia. È ottenuto dalla mescolanza del rosso, simbolo di energia e vitalità, e del bianco che rappresenta la purezza e la chiarezza d’intenti. Il rosa simboleggia la forza e la bellezza femminile, l’amore ed il romanticismo, la libertà e la comprensione. Negli ultimi anni poi questa tinta si è affermata moltissimo nella moda e nella casa. Scegliere questa tinta in camera da letto è estremamente consigliabile in quanto apporta calore, gioia e intimità e aiuta il rilassamento e l’introspezione. Se poi si sceglie il rosa sulle pareti o sugli accessori della cucina o del soggiorno si creerà un’atmosfera estremamente accogliente e conviviale.
Ecco le caratteristiche cromoterapiche di alcuni cristalli associati al colore rosa, il quarzo rosa e la kunzite.

Quarzo Rosa
Il quarzo rosa è un minerale molto diffuso in India, in Sud Africa, negli Stati Uniti e nel Madagascar. Gli antichi Egizi consideravano questa pietra fonte di bellezza e giovinezza e la utilizzavano per combattere l’invecchiamento cutaneo e per stimolare l’amore e la fertilità. Secondo l’ayurveda, una medicina indiana millenaria, il corpo dell’uomo è circondato da un campo di energia chiamato aura. Il corpo fisico e l’aura comunicano attraverso 7 chakra che sono dei punti di collegamento essenziali per la salute fisica ed emozionale dell’individuo. Ecco che vengono in soccorso secondo la medicina indiana alcune pietre, come il quarzo rosa e la kunzite, per sbloccare il flusso di energia individuale. Il quarzo rosa è associato al quarto chakra, chiamato anche chakra del cuore, per il suo potere altamente stimolante e rigenerante. Aiuta nei casi di insonnia, malinconia e introversione, nei blocchi emotivi causati da stress fisico e intellettuale, stimola la generosità e l’altruismo e libera dal risentimento, dalla rabbia e dalla gelosia.

Kunzite
La kunzite è una pietra di colore rosa-lavanda che contiene tracce di litio e alluminio. La sua lavorazione vene fatta solitamente con grande cura e attenzione data la delicatezza della sua struttura. In natura la si trova spesso assieme al berillo e alla tormalina. La kunzite è molto apprezzata in cromoterapia per le diverse qualità curative. Il colore rosa della pietra simboleggia l’amore disinteressato e libero da emozioni negative come la possessività e la gelosia mentre il colore viola rappresenta la saggezza, la spiritualità e la profondità di sentimento. La kunzite è una pietra che aiuta a controllare l’impulsività, aiuta a liberare il cuore dai blocchi emotivi, stimola il rilassamento e la fiducia in se stessi. A livello fisico la kunzite favorisce la circolazione sanguigna, distende i muscoli e grazie alla presenza del litio combatte l’ansia e favorisce il sonno e la pace interiore.

 

In alto