Sport

Baccaglini all’università, ho tante idee per la città

baccaglini

Terzo giorno di incontri istituzionali per il presidente del Palermo Calcio, Paul Baccaglini, che oggi ha visto il rettore dell’università, Fabrizio Micari, allo Steri. “Sport è giovani, sport è vita e l’università è una raccolta delle menti più brillanti dei giovani palermitani e non solo. E’ impossibile – dice il presidente – ignorare questo binomio. Io ho delle idee che ho già espresso in questi giorni. Ringrazio il rettore per l’ospitalità, voglio proporre tante idee al rettore e vogliamo misurarci con le sue aspettative per trovare una sinergia comune. Punteremo sul settore giovanile.

E’ il nostro futuro”. “Sono tifoso del Palermo – spiega Micari – da quando avevo tre anni e adesso ne ho 54. A me fa piacere avere oggi qui Baccaglini, perché reputo opportuno che le eccellenze della città lavorino insieme per provare a fare qualcosa di importante per questa terra. Sono convinto che il Palermo Calcio possa crescere sempre di più: mi auguro che possiamo tornare ad avere soddisfazioni simili a quelle vissute dieci anni fa, quando condividevamo la prima posizione insieme all’Inter. Magari il presidente ci trova il nuovo Amauri&hellip”. Baccaglini si è poi “tuffato” nel mercato della Vucciria dove ha incontrato tanti tifosi.

“Mi fa piacere vedere gli occhi emozionati della gente di Palermo – aggiunge Baccaglini – con un po’ di anni alle spalle che mi guardano come volto nuovo e fresco, è una speranza perché la loro passione possa continuare e possa essere tramandata. Per me vedere la genuinità e la purezza di questi sentimenti è sconvolgente. Non ho mai trovato un settore così emozionante nella mia vita”. Per la partita contro la Roma di domani, Baccaglini ha già la sua soluzione. “Farò un colpo di telefono a Ilary Blasi – scherza – dato che abbiamo lavorato assieme alle Iene, e dirò di avvelenare Francesco Totti. Scherzi a parte, mi è stato detto di non mettere troppo entusiasmo. Ma l’entusiasmo c’è ed è ovvio che ci sia. Chiaramente non siamo dei pazzi, sappiamo che c’è un grande divario tra noi e la Roma, ma il bello dello sport è che il fattore del cuore e della passione può giocare un ruolo pazzesco. Io non vedo nessun ostacolo a un risultato positivo per il Palermo”.

In alto