Cronaca

Anziana aggredita in casa a Palermo, arrestato anche un minorenne

foto macchina polizia generica

La Polizia ha arrestato un diciassettenne in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale per i minorenni di Palermo. Il giovane è un conoscente di Domenico Federico, il ventiduenne di Belmonte Mezzagno, nel Palermitano, già arrestato per il tentato omicidio di un’anziana aggredita e ridotta in fin di vita, nel suo appartamento di via Empedocle Restivo, a Palermo, lo scorso 7 maggio. La sezione omicidi della squadra mobile ha ricostruito il quadro del tentato omicidio: la vittima aveva accusato Federico, operaio impegnato in lavori di ristrutturazione nella casa dell’anziana, di essersi appropriato di un portafogli e di alcuni monili.

Per cercare di chiarire Federico, in compagnia dell’amico, avrebbe raggiunto la donna nel suo appartamento, il pomeriggio del 7 maggio. L’anziana non voleva sentire ragioni e voleva denunciarlo. Federico si sarebbe avventato sulla donna, l’avrebbe più volte accoltellata con un paio di forbici trovate in casa ed avrebbe tentato di soffocarla con un foulard e un cuscino, aiutato dall’amico minorenne. La donna simulò di aver perso i sensi, facendo così desistere gli aggressori. Tramortita e stordita, riuscì a trascinarsi fino all’appartamento dei vicini. Il minorenne ha fornito agli inquirenti una versione lacunosa e contraddittoria, difforme dal racconto della vittima e anche da quanto emerso da un’analisi della scena del crimine. Il giovane è recluso nel carcere Malaspina.

In alto