Gustovagando

Anguria: proprietà e benefici

angurie

di Francesca Pace

Se pensiamo alla frutta estiva, probabilmente la prima a venirci in mente sarà l’anguria. Grazie alle sue proprietà rinfrescanti e dissetanti, infatti, l’anguria è uno dei frutti più apprezzati dell’estate. Composta al 92% di acqua e all’8% di zuccheri, idrata e protegge la pelle dai raggi UV.

L’assunzione regolare dell’anguria aiuta a combattere le malattie cardiache. Tre le sostanze contenute nel frutto troviamo la citrullina, amminoacido non essenziale di tipo alfa, conosciuto per le sue proprietà afrodisiache, ma anche perché agisce positivamente sul sistema cardiocircolatorio.

Secondo alcuni studi, mangiarne una fetta al giorno ridurrebbe i livelli del colesterolo cattivo. La presenza della vitamina B6 e di magnesio fa dell’anguria un frutto energico. Una porzione aumenta il livello di energia del 23%.

Per riconoscere un’anguria matura ci sono diversi “trucchi”. Intanto il picciolo non deve essere troppo secco. Se bussando leggermente sulla superficie sentiamo il classico suono di vuoto è segno che l’anguria è abbastanza matura e zuccherata. Infine, la presenza di striature gialle sulla buccia indica la bontà del frutto.

Dopo aver tagliato la frutta, si consiglia di non conservarla a contatto con la pellicola. È preferibile privarla della buccia e tagliarla a tocchetti, riponendola in contenitore. Una volta tagliata va consumata entro pochi giorni.

In alto