Politica

Al lavoro la commissione bilancio in vista della finanziaria. Diversi gli emendamenti bocciati

17797362_10211055894426932_1988102688_o

Niente fondi ai disabili tramite l’alzamento delle tasse. E’ quanto stabilito nella notte dalla commissione Bilancio dell’Assemblea Regionale Siciliana. La proposta di finanziare i disabili con i soldi provenienti dall’Irpef e Irap – attualmente ai massimi livelli – è partita proprio dal governo Crocetto a fine marzo. I deputati in commissione hanno così bocciato questa ipotesi, visto che i soldi per l’assistenza si possono reperire da altre fonti come i risparmi sulle gare d’appalti nella sanità. Prevista entro giovedì l’approvazione della manovra.

Le tasse sono già alle stelle. Merito anche dei governi Cuffaro e Lombardo. L’alzamento delle aliquote ai massimi livelli ha fatto rientrate la regione nel suo buco di bilancio della sanità. Da qui la proposta dei deputati Ars di ridurre dal prossimo anno sia l’Irpef che l’Irap. Secondo Crocetta le imposte dovrebbero restare a tali livelli per almeno due anni permettendo così di mettere da parte nelle casse siciliane 150 milioni da destinare ai disabili. La commissione sta cercando un’alternativa visti i 50 milioni risparmiati dalle gare in ambito sanitario e da altre voci.

Tanti gli emendamenti bocciati nella notte previsti dalla finanziaria. Tra le norme rimaste in piedi c’è anche quella che consentirebbe ai 1700 sportellisti di rientrare a lavoro, oltre gli articoli volti a garantire il ticket sanitario per i disoccupati, associazione allevatori e imprese tecnologiche.

I deputati torneranno questo pomeriggio in aula per definire i lavori.

In alto