Gustovagando

A tavola con La Gazzetta: il pesto alla trapanese

pesto alla trapanese

Il pesto più conosciuto è sicuramente quello ligure, ma forse non tutti sanno che proprio da questa ricetta base, tra i simboli della cucina italiana, sono nate alcune varianti.

Bisogna tornare indietro di un po’ di anni, intorno al XVI secolo, quando le navi genovesi in transito verso e dall’ oriente si fermavano nel porto di Trapani, uno dei punti strategici del Mediterraneo.

Qui i genovesi portavano i loro prodotti tipici, tra questi c’era l’agliata genovese, un pesto fatto con basilico, aglio e noci. Nel corso degli anni i siciliani presero spunto da questa ricetta modificandola con alcuni prodotti tipici della nostra terra, le mandorle sostituirono le noci e in più venne aggiunto il pomodoro. Da questa variante nacque il pesto alla trapanese.  Si tratta di un piatto povero e alla portata di tutti, fatto di ingredienti semplici e facilmente reperibili.

 

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 500 g. pomodori
  • basilico fresco
  • mandorle
  • aglio
  • sale
  • olio
  • pecorino
  • 400 g. di pasta

Preparazione:

Nella versione più veloce è possibile mettere dentro il bicchiere di un mixer ad immersione tutti gli ingredienti e frullarli fino ad ottenere una crema granulosa.

Scolate la pasta e amalgamatela con la salsa. Servire con qualche foglia di basilico.

In alto