Gustovagando

A tavola con La Gazzetta: caponata di melanzane

caponata

La caponata è un piatto siciliano di origine spagnola a base di verdure. È utilizzato come contorno o antipasto e ne esistono tante varianti.

di Francesca Pace

Il termine caponata deriva da capone, un pesce molto pregiato e apprezzato dall’aristocrazia siciliana. La ricetta originale prevedeva dunque l’uso del capone e, in alcuni casi, dei molluschi. Le classi più basse sostituirono il pesce e fecero della melanzana l’ingrediente principale del piatto poiché era più economica.

Ippolito Cavalcanti, un gastronomo dell’Ottocento, scrisse nel suo libro La cucina teorico-pratica con corrispondente riposto: “la ricetta antica della caponata è costituita da pane biscottato spugnato con aceto e condito con olio, sale, pepe e un po’ di zucchero, sormontate da lattuga e scarola tritate e marinate aceto, olio, sale e pepe, terminata con pesce capone, o sgombro, lessato e “calato” su cetrioli, olive e peperoni”.

Vediamo insieme gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti:

  • 4 melanzane
  • 200 gr di salsa di pomodoro
  • 100 gr di olive
  • 3 coste di sedano
  • 50 gr di capperi salati
  • 1 cipolla
  • Basilico in foglie
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 4 cucchiai d’aceto di vino
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.

Procedimento:
Tagliate le melanzane a dadi senza eliminare la buccia e lasciatele in acqua salata un’ora. Scolatele, asciugatele e friggetele in un tegame. A parte sbollentate il sedano, snocciolate le olive e mettetele per una decina di minuti in acqua calda. Nel frattempo avrete cucinate la salsa con pomodori maturi, la cipolla e il basilico. Rosolate in un tegame con poco olio le olive snocciolate, i capperi dissalati e il sedano. Poi aggiungete la salsa di pomodoro e condite con l’aceto e lo zucchero. Versate nel tegame anche le melanzane e lasciatele insaporire per qualche minuto a fuoco bassissimo. Fate raffreddare e servite il piatto.

In alto