Eventi

A Palermo la seconda tappa di Radio Italia Live. : concerto al Foro Italico

800px-Foro_Italico_10

Sarà il Foro Italico di Palermo a ospitare la sesta edizione di Radio Italia Live. Dopo la prima tappa di Milano del 18 Giugno, ecco che sarà il capoluogo siciliano ad ospitare il secondo concerto previsto il prossimo 30 giugno. L’evento sarà condotto da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, inoltre tra i grandi ospiti attesi ci sarà anche la star internazionale Bob Sinclair. Oltre a lui ad esibirsi sul mega palco di 40 metri non potranno mancare i grandi interpreti della musica italiana, tra cui Francesco Gabbani, Emma, Alessio Bernabei, Nek, J-Ax e Fedez, Francesco Renga, Samuel, Sergio Sylvestre e Samuel.

Mario Volanti, editore e presidente di Radio Italia, nel corso della conferenza stampa di presentazione, tenutasi stamane a Villa Niscemi ha espresso grande soddisfazione per la scelta di Palermo: “Radio Italia Live è pronto a stupire ancora. In occasione dei nostri primi 35 anni, abbiamo pensato di fare qualcosa di nuovo rispetto a ‘Radio Italia Live – Il Concerto’: seguendo le richieste che ci sono giunte negli ultimi anni, cioè di spostare l’evento anche in altre location, abbiamo idealmente voluto unire l’Italia con questo secondo appuntamento a Palermo, che io definisco la capitale del Sud. Anche quest’anno abbiamo lavorato a un cast trasversale in grado di accontentare tutte le generazioni”.
Durante la presentazione dell’evento, ad accogliere i vertici di Radio Italia non poteva mancare il Sindaco Leoluca Orlando: “Palermo è la capitale della cultura 2018, Palermo ospiterà Manifesta, Palermo è patrimonio Unesco. Questo concerto non può che essere il riconoscimento di questo percorso, per questo lo ribattezzeremo Radio Concerto Mediterraneo”. A fare da eco alle parole del professione anche quelle di Salvatore Orlando, presidente del Consiglio Comunale: “Siamo orgogliosi di ospitare Radio Italia che, per la prima volta, fa un concerto fuori da Milano. Per noi è un riconoscimento e saremo all’altezza delle aspettative”.“

 
In alto