Cronaca

23 condannati al processo contro il clan di Bagheria. Diverse anche le riduzioni di pena

Foto di Nicola Mazzara

La tranche in abbreviato del processo Argo, alla mafia di Bagheria (Pa) giunta in appello, si conclude con alcune conferme e diverse riduzioni di pena. Salvatore Giuseppe Bruno è passato da 8 anni e 7 mesi a 8 anni, Francesco Centineo da 10 anni e 6 mesi a 5 anni e mezzo, Giacinto Di Salvo da 12 anni a 10 anni e 8 mesi, Sergio Flamia da 5 anni e 8 mesi a 4 anni e 8 mesi, Salvatore Fontana da 4 anni e 4 mesi a 3 anni e 3 mesi, Vincenzo Gennaro da 3 anni a 2 anni e 8 mesi, Silvestro Girgenti da 10 anni a 5 anni e 4 mesi, Vincenzo Graniti da 10 anni a 6 anni e 2 mesi, Umberto Guagliardo da 6 anni a due anni e cinque mesi, Rosario La Mantia da 14 anni e 6 mesi a 12 anni e 8 mesi, Pietro Liga da 10 anni e 6 mesi a 6 anni, Driss Mozdahir da 12 anni a 7 anni e 5 mesi, Raffaele Purpi da 3 anni a 2 anni e 8 mesi, Pietro Tirenna da 4 anni e 8 mesi a 4 anni e 5 mesi. Confermate le condanne per Roberto Aruta (2 anni), Lorenzo Carbone (2 anni e 10 mesi), Raffaele Catanzaro (1 anno e 4 mesi), Francesco Lombardo (14 anni),Salvatore Lauricella (14 anni), Rosario Ortello (un anno), Nicola Pecoraro (un anno), Michele Rubino (1 anno e due mesi), Antonino Zarcone (2 anni e 6 mesi).

In alto